LOADING

Type to search

Consigli

Rubinetto con sensore: come funziona

Share
rubinetto con sensore

Spesso, soprattutto quando ci si trova in locali pubblici, è difficile accedere a rubinetti senza doverli toccare e risulta quindi complesso mantenere le mani pulite. Fortunatamente, però, la tecnologia ci viene in supporto con un’ampia gamma di rubinetti con sensore che consentono un’igiene maggiore. Questa tipologia di rubinetto è dotata di un sensore solitamente a led che, rilevando automaticamente la presenza delle mani, attiva il getto d’acqua senza dover necessariamente entrare in contatto con superfici precedentemente utilizzate da altri.

Con l’utilizzo dei comuni rubinetti le mani sporche entrano in contatto con le superfici lasciando germi e batteri, per questo i rubinetti automatici controllati da un sensore possono essere un’ottima alternativa per rendere il lavaggio delle mani più igienico sia nei luoghi pubblici ma anche nelle case, soprattutto se parliamo di famiglie numerose. In questo articolo, scritto con il supporto tecnico di idraulico-roma.me, idraulico di Roma disponibile a darci informazioni sull’argomento.

Quali sono le caratteristiche di un rubinetto con sensore?

Quando si decide di acquistare un rubinetto automatico con sensore è importante valutare tutte le principali funzioni del prodotto per trovare quello che più si adatta alle diverse esigenze.
Infatti questa nuova tipologia di rubinetti sta implementando molte caratteristiche, oltre la funzione base del sensore in sé, che possono essere utili per una maggiore comodità nell’utilizzo.
Alcune tra queste caratteristiche sono:

  • Possibilità di regolare la temperatura dell’acqua: alcuni rubinetti hanno un display integrato che permette di scegliere con esattezza la temperatura dell’acqua che si desidera;
  • Sensore temporizzato: è una funzione molto utile nel caso in cui ad esempio si deve riempire la pentola per la pasta perché permette di temporizzare l’uscita dell’acqua;
  • Rubinetti legati al controllo vocale: questi rubinetti sono programmabili tramite l’utilizzo della sola voce, senza dover utilizzare alcun display;
  • Auto monitoraggio: questa funzionalità permette ai rubinetti di rilevare in autonomia eventuali errori nel meccanismo di funzionamento o perdite d’acqua , segnalandole all’utente tramite un segnale led o un messaggio di errore.

Come funziona un rubinetto con sensore?

Il funzionamento è abbastanza intuitivo: il rubinetto è dotato di un sensore (generalmente a led), il getto d’acqua si attiva quando il sensore rileva la presenza delle mani e termina nel momento in cui le mani vengono spostate dalla zona del sensore. In questo modo, oltre a non dover toccare alcuna superficie garantendo così una buona pulizia delle mani, si riduce anche lo spreco di acqua evitando che il rubinetto rimanga aperto troppo a lungo senza essere utilizzato.

L’installazione di un rubinetto automatico porta diversi vantaggi non solo dal punto di vista dell’igiene ma anche per quanto riguarda i costi. Riducendo lo spreco d’acqua si abbattono anche le spese derivanti dall’utilizzo smodato e esagerato dell’acqua con i rubinetti comuni. Inoltre i rubinetti elettronici sono dotati di batterie a litio che non necessitano di manutenzioni costanti e possono durare anche parecchi anni.

Questo articolo ti è stato utile? Leggi anche come funzionano i rilevatori elettronici per perdite d’acqua!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *